In futuro, la luce artificiale può essere indossato in uno zaino

La luce artificiale, compatto abbastanza in modo che possano essere trasportati in uno zaino normale, è già stato testato con successo su animali. Tali dispositivi sono in grado di fare molto più comodo la vita di quelle persone, i cui polmoni proprio, per qualsiasi motivo, non funzionano correttamente. Fino ad oggi, a tali fini, per usare un equipaggiamento molto ingombranti, ma un nuovo dispositivo, sviluppato da scienziati in questo momento, può cambiare una volta per tutte.

In futuro, la luce artificiale può essere indossato in uno zaino

Una persona i cui polmoni non sono in grado di svolgere la sua funzione primaria è generalmente collegata alle macchine, la pompa loro gestione nel gazoobmennik sangue, arricchendolo di ossigeno e rimozione dell'anidride carbonica da esso. Naturalmente, durante questo processo, una persona è costretta a giacere sul letto o divano. E più a lungo rimangono in posizione supina, il più debole diventano i loro muscoli, rendendo il recupero improbabile. È al fine di rendere sono stati sviluppati mobilità dei pazienti e la luce artificiale compatto. Il problema è diventato particolarmente acuto nel 2009, quando un focolaio di influenza suina, che ha portato in molti casi, si rifiutò di luce.

La luce artificiale può non solo aiutare i pazienti a riabilitare da alcune infezioni polmonari, ma permetterà anche ai pazienti di attendere adeguate polmoni dei donatori per il trapianto. Come sapete, attivare la donazione di organi a volte può durare per anni a venire. La situazione è complicata dal fatto che le persone con la luce fallito come regola, molto indebolito e il cuore, che è di pompare sangue attraverso un dispositivo esterno.

"La creazione della luce artificiale è molto più complessa di quanto compito progettare un cuore artificiale. Cuore semplicemente pompando il sangue, mentre i polmoni sono alviol complessa rete entro il quale il processo di scambio di gas avviene. Fino ad oggi non esiste una tecnologia che può anche venire vicino a l'efficacia della luce presente, "- dice l'Università di Pittsburgh collaboratore William Federspiel.

William comando Federspiel sviluppato polmoni artificiali, che comprendono una pompa (supporto cuore) e gazoobmennik, ma il dispositivo è così compatta che si adattano facilmente in una piccola borsa o zaino. Il dispositivo è collegato ai tubi, connessi al sistema circolatorio di un essere umano, per arricchire efficacemente il sangue con ossigeno e la rimozione dal l'eccesso di anidride carbonica. Questo mese completato test positivi del dispositivo a quattro pecore sperimentale, in cui il sangue animale è saturo di ossigeno per diversi periodi di tempo. Così gli scienziati stanno gradualmente regolate durante il funzionamento continuo fino a cinque giorni.

modello alternativo di polmoni artificiali sviluppare ricercatori Carnegie presso l'Università - Mellon tutti nella stessa Pittsburgh. Questo dispositivo è stato progettato principalmente per quei pazienti il ​​cui cuore è abbastanza sano per pompare in modo indipendente sangue attraverso un organo artificiale esterno. Il dispositivo nello stesso modo collegata ai tubi, è collegato direttamente al cuore umano, allora la cintura attaccato al suo corpo. Fintanto che entrambi i dispositivi hanno bisogno di una fonte di ossigeno, in altre parole - in ulteriore cisterna mobile. D'altra parte, al momento, gli scienziati stanno cercando di risolvere questo problema, e lo fanno molto bene. Ora i ricercatori stanno testando un prototipo di polmone artificiale, che è il serbatoio di ossigeno non è più necessario. Secondo il comunicato ufficiale, la nuova generazione di dispositivi sarà ancora più compatta e l'ossigeno viene rilasciato dall'aria circostante. Il prototipo è stato testato su topi di laboratorio e dimostra un vero e risultati impressionanti. Il segreto per il nuovo modello della luce artificiale è quello di utilizzare solo (20 micron) tubi ultra-sottili di membrane polimeriche, aumentando in modo significativo lo scambio di gas superficie.